Condomini: detrazioni fiscali 50% e 65%, nuove istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Secondo quanto previsto dal Dm Economia e Finanze del 1° dicembre 2016, entro il 28 febbraio di ogni anno gli amministratori di condominio sono tenuti a trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali.

Facciamo il punto sulle detrazioni fiscali condominio 50% e 65%

La comunicazione deve indicare anche le quote di spesa per ogni singolo condomino.

Il provvedimento n.19969/2017 del 27 gennaio 2017 dell’Agenzia delle Entrate precisa che tale comunicazione può essere inviata utilizzando due modalità alternative:

  • Accesso diretto mediante il servizio telematico Entratel o Fisconline
  • Avvalendosi di soggetti intermediari, che saranno pertanto “responsabili o incaricati del trattamento dei dati”

Tramite la stessa applicazionie è anche possibile usufruire della cessione del credito ai fornitori. In questo caso la data ultima entro la quale effettuare la comunicazione è il 31 marzo 2017.

Il condominio dovrà pertanto fornire i seguenti dati:

  • Elenco dei bonifici effettuati nel 2016
  • Codice Fiscale dei condomini che cedono il proprio credito ed il relativo importo ceduto
  • Codice Fiscale dei fornitori ed il relativo importo ad essi ceduto

Al termine della trasmissione l’Agenzia delle entrate rilascerà una ricevuta contenente il codice di autenticazione per il servizio Entratel o il codice di riscontro per il servizio Fisconline.

Spese condominio riqualificazione energetica - Ceresa